Pearl Jam: brano in beneficenza per sostenere il voto

I Pearl Jam hanno una lunga storia di attivismo e coinvolgimento politico che risale al 1992, anno in cui hanno ospitato il concerto gratuito “Drop in the Park” a Seattle, che ha registrato migliaia di partecipanti. A inizio 2020, i Pearl Jam hanno pubblicato Gigaton : “ Realizzare questo disco è stato un lungo viaggio – commenta Mike McCready – È stato emotivamente oscuro e confuso, alle volte, ma anche un cammino sperimentale ed esaltante verso la redenzione musicale. Collaborare con gli altri membri della band a Gigaton , alla fine, mi ha regalato grande amore, consapevolezza e coscienza di quanto sia necessaria la connessione tra le persone in questi tempi “. A poche settimane dal voto americano, anche i Pearl Jam scendono in campo. Da domenica 11 ottobre sarà disponibile su tutte le piattaforme streaming Get It Back , il nuovo brano che fa parte della compilation per beneficenza Good Music to Aver the Collapse of American Democracy , che è stata acquistabile il 2 ottobre per sole 24 ore. Questo progetto discografico contiene registrazioni mai pubblicate, rarità, remix e cover di artisti quali R.E.M., Hailey Williams, My Morning Jacket e molti altri. Tutti i proventi sono stati destinati al Voting Rights Lab, organizzazione politicamente indipendente che ha come obiettivo la diffusione di informazioni politiche e legislative per assicurare e difendere i diritti di voto degli americani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre × uno =