Un materiale speciale alza le speranze di creare un’energia più pulita

Gli scienziati e studiosi hanno trovato il primo materiale che manifesta una qualità di ricercatezza più alta del comune a temperatura ambiente. Dalle ultime indagini, sembra che sia un super-conduttore, il che significa che la corrente elettrica viene trasmessa con perfetta efficienza dal materiale, senza creare calore dalla dissipazione dell’energia. Infatti, al momento, moltissima energia che viene prodotta, viene sprecata a causa della resistenza elettrica, che si perde sotto forma di calore. Proprio per questa ragione, alla temperatura ambiente, i superconduttori potrebbero rivoluzionare la rete elettrica. Finora, guadagnar una super-conduttività ha richiesto l’utilizzo di materiali raffreddati a temperature molto rigide. Quando questa proprietà dei materiali fu scoperta nel 1911, è stata trovata solo perché molto vicina alla temperatura riconosciuta internazionalmente come zero assoluto, ovvero 0 gradi Celsius (-273,15 K). Da allora, tutti i fisici hanno trovato materiali che “super-conducevano” la corrente elettrica a temperature più alte, ma sempre parecchio fredde. Il team dietro questa recentissima scoperta ha affermato che questo è il maggior avanzamento nella ricerca da un secolo a questa parte. Ad esempio, negli Stati Uniti, la rete elettrica perde più del 5% della sua energia attraverso il processo di trasmissione. L’utilizzo di questo superconduttore farebbe disperdere meno energia e ricavare più capitale da investire in altro. Proprio per tale motivo, contrastando questa perdita si potrebbe potenzialmente risparmiare miliardi di dollari e avere un effetto positivo sull’ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre × 5 =