Caos Juve-Napoli: rischio penalizzazione per i partenopei, ma niente 3-0 a tavolino

La decisione del Giudice Sportivo su Juventus-Napoli arriverà all’inizio della prossima settimana, non oggi come filtrava domenica dalla Lega. Per l’appunto, il club azzurro ha presentato ieri pomeriggio un “preannuncio di reclamo”, una sorta di ricorso, ed ha ottenuto di inviare entro domani una memoria difensiva, che sarà poi analizzata dal giudice incaricato Mastrandrea. Se quest’ultimo avesse dovuto basarsi solo sul referto dell’arbitro Doveri e degli ispettori federali, che chiaramente hanno annotato l’assenza allo Stadium degli azzurri, la sconfitta a tavolino per 3-0 e il punto di penalizzazione in classifica sarebbero stati automatici. Stando così le cose, invece, la situazione necessita di tempo per essere “letta” con attenzione. Quello di fronte al Giudice Sportivo non è però l’unico procedimento che il club di De Laurentiis deve fronteggiare. Infatti, domenica sera, la procura federale ha richiesto ai dirigenti partenopei una serie di documenti per verificare se, dopo la positività di venerdì di Piotr Zielinski, e quella di sabato di Elijf Elmas, la squadra sia entrata nella “bolla” che il protocollo prevede. Per il momento gli 007 federali stanno valutando la relazione inviata dal responsabile sanitario del Napoli e tutte le altre carte in loro possesso, poi decideranno se il club merita di essere deferito e con quale capo d’imputazione. Cosa rischia eventualmente la società di Laurentiis? Una penalizzazione in classifica di uno o più punti stando al codice di giustizia sportiva. Dunque, se da un lato il Napoli potrebbe ottenere di giocare il match contro gli uomini di Pirlo, evitando lo 0-3, dall’altro potrebbe essere penalizzata per non aver rispettato il protocollo. Le parole di ieri sera di Gravina a riguardo suonano come un monito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

13 − 4 =